Trattamenti con fotodinamica e crioterapia

Presso lo Studio Dermatologico Strangi si effettuano trattamenti specialistici per un'ampia gamma di patologie cutanee, come ad esempio cheratosi attiniche, verruche volgari, basaliomi superficiali e acne cistiche, oltre al trattamento della psoriasi con metodi innovativi e non invasivi.

Contattando lo studio di Gioia Tauro, in provincia di Reggio Calabria, potrete richiedere una visita specialistica con la dottoressa Rosa Maria Strangi, specializzata in Dermatologia e Venereologia all'Università di Siena.


Crioterapia con azoto liquido

La criochirurgia è utilizzata in dermatologia da diversi decenni per il trattamento molteplici lesioni cutanee.

Il vantaggio della criochirurgia è evidente soprattutto nella sua semplice applicazione, nel breve tempo di trattamento, per il basso livello o addirittura l’assenza di dolore, il danno cutaneo relativamente raro, i rari esiti cicatriziali e il costo moderato del trattamento.


Applicazioni della crioterapia

È possibile trattare con la criochirurgia quasi tutti i tipi di lesioni della pelle, quali verruche, molluschi contagiosi, cheratosi seborroiche e attiniche, pigmentazione da invecchiamento, emangiolinfangiomi, fibromi, condilomi ed altre patologie del genere.

applicazioni di criochirurgia
trattamento con azoto liquido

Fotodinamica

Cosa rappresenta la terapia fotodinamica?

La Terapia Fotodinamica (PDT) è un trattamento medico ambulatoriale che utilizza una sostanza fotosensibilizzante, l'acido 5-aminolevulinico(per via topica)ed una radiazione luminosa con l’obiettivo di indurre la distruzione selettiva delle cellule alterate, tumorali/non fisiologiche della cute. La sostanza utilizzata è priva di tossicità e la sua attivazione è innocua per le cellule sane quindi permette una guarigione più rapida e con effetti cosmetici ottimali.


A cosa serve la terapia fotodinamica?

Con la terapia fotodinamica vengono trattate alcune lesioni della cute, sia pre-tumorali e tumorali, come:

  • carcinoma basocellulare;

  • Bowen;

  • cheratosi attiniche;

sia non tumorali, come:

  • acne in fase infiammatoria o attiva;

  • patologie del cavo orale e genitale;

  • ulcere;

  • condilomi;

  • verruche;

  • molluschi contagiosi;

  • Leshmaniosi cutanea.

La terapia fotodinamica viene impiegata con successo anche nei trattamenti per il ringiovanimento cutaneo:

  • Cronoaging;

  • Fotoaging del volto e delle mani;

  • Epilazione.


Cosa si sente durante la terapia?

Durante l'irradiazione, il paziente può percepire calore e bruciore quanto più intenso quanto è più estesa o profonda l'area da trattare, soprattutto al volto, ulcere, eccetera.
La luce intensa rossa potrebbe dare fastidio, è consigliato coprire gli occhi con degli occhiali protettivi.


Cosa si sente e si vede dopo la terapia?

Sono frequenti: gonfiore, arrossamento intenso, lieve dolore, nausea e mal di testa, stanchezza, formazione di croste, alterazione del colore della pelle. Tali sintomi scompaiono nell’arco di qualche giorno o settimana, in base all’area trattata e ai protocolli utilizzati.


Quante sedute di PDT occorrono per ottenere dei risultati?

Il numero di sedute è correlato alla tipologia di lesione/lesioni da trattare, localizzazione, estensione. Si possono trattare in concomitanza più lesioni. Esempio: per una cheratosi attinica superficiale 1-2 sedute; acne infiammatoria giovanile da 3 a 5 sedute circa; ringiovanimento cutaneo una seduta ogni 3-4 mesi; condilomatosi anali o vaginali esterne 1-2 sedute; molluschi contagiosi 1-2 sedute.


Quali sono le avvertenze per il post-trattamento della terapia fotodinamica?

Per almeno 48-72 ore successive al trattamento è controindicata l’esposizione al sole o lampade abbronzanti, ed è imperativo seguire la medicazione consegnata dal medico curante.


Quali sono le controindicazioni del trattamento con la PDT?

La letteratura scientifica controindica la terapia ai bambini al di sotto degli 8 anni, in gravidanza o allattamento, ai pazienti allergici alle arachidi, portatori di porfiria, pazienti che hanno seguito terapie con retinoidi nei due mesi precedenti alla terapia.

 

Trattato Fotodinamica

Trattamento Fotodinamica (PRIMA)

Trattato Fotodinamica

Trattamento Fotodinamica (DOPO 2 SEDUTE)

terapia fotodinamica
trattamento PDT
terapia PDT
sedute PDT

Fototerapia

terapia Dermalight

Dermalight 1000  è uno schermo con 8 lampade medicali UV 311 nm a banda stretta, progettato per poter trattare il paziente in posizione sdraiata, seduta o in piedi.

Indicazioni terapeutiche : Psoriasi, vitiligine, neurodermatite, dermatite atopica.

 

Share by: